Cerca
Close this search box.

Quaresima di Carità

La missione è ciò che l’amore non può tacere (Papa Francesco)

Con i gesti tipici della quaresima – la preghiera e la carità – che ci mettono in relazione rispettivamente con Dio e con il prossimo, la Chiesa vive la sua dimensione missionaria.

Possiamo contemplare la misericordia di Dio, per ciascuno di noi e per tutto il mondo, per poter trasformare la propria vita in “grazia”, cioè in dono.

Ed è proprio sul valore del dono che padre Ugo de Censi, missionario salesiano e fondatore del movimento del Mato Grosso, riparte dal vivere un Vangelo che si fa con le mani e coi piedi, nell’ottica di “saper perdere”: dare via tempo ed energie, regalare. Sempre legato a quell’amore per Cristo che fa sentire amati, fa sentire guardati con bontà.

E di dono si parla anche quando si pensa a Fratel Ettore e al suo affidarsi alla Provvidenza: un uomo semplice che pensava a come accogliere senza preoccuparsi troppo del domani; che ha servito in prima persona senza chiedersi se qualcuno l’avrebbe aiutato; che partiva dalle parole di Gesù “avevo fame, ero nudo, ero malato, ero carcerato e mi avete accolto”, a cui egli aggiungeva, “ero ubriaco, sbandato, sporco, puzzavo…, ma anche dietro a questi fratelli ci sono io, Gesù.

Quanta missione e quanto amore!

Buon cammino di quaresima.