All’interno del cammino di iniziazione cristiana, 165 ragazzi di IV elementare hanno ricevuto nel mese di maggio la Prima Santa Comunione.

Si tratta di un momento importante e significativo nella vita di un credente che, insieme ai sacramenti del battesimo e della confermazione, costituisce la sorgente della vita stessa della Chiesa.

Da questo sacramento dell’amore scaturisce ogni autentico cammino di fede, di comunione, di testimonianza.

(Papa Francesco)

Ricevere il corpo e il sangue di Gesù è stare con Lui. Gesù amava molto i suoi amici e voleva rimanere con loro. Non solo nel ricordo. Voleva che lo sentissero veramente presente. Per questo istituì l’Eucarestia, di cui facciamo memoria durante ogni messa quando il pane e il vino, per opera dello spirito santo, diventano realmente il corpo e il sangue di Gesù.

Per i ragazzi dunque ricevere la prima comunione è il primo passo dell’appartenenza forte a Cristo, dopo il Battesimo. Davanti al tabernacolo, hanno contemplato un mistero, pronti a dire…”qui per te sono o Signore, cuore a cuore, per capire tu che cosa vuoi da me, un ragazzo….”

C’è qualcosa in più da questo momento, nella vita di ogni ragazzo: un nuovo spazio per Dio!

Sono pronti i provini delle comunioni del 5 maggio. Rivolgersi al fotografo Piccioni di via Volta.